Osteria da Bortolino – Viadana (MN)

In un pomeriggio qualsiasi, col solito timido sole ad annunciare sottovoce la fine di un lungo inverno, in un maniero arroccato nonsodove sull’appennino, è accaduto qualcosa che non dimenticheremo facilmente.
Una voce dall’accento romanesco nemmeno tanto marcato, soavemente interrotta da liriche dikinsoniane di rara bellezza, disvelava pian piano concetti semplici, potenti e vividi come una reminiscenza.

D’improvviso, in quella sala spoglia e malriscaldata, tutto ciò che da tempo pensavamo senza nemmeno essercene pienamente accorti è stato esposto con virtuosa ed eloquente semplicità.
Da quel giorno il concetto stesso di vino non sarebbe più stato lo stesso.
Da quel giorno, dopo aver appreso che le idee che sommessamente covavamo non erano affatto strampalate, abbiamo capito perfettamente che era tempo di ritornare ad essere umili baccellieri, perchè c’era un mondo tutto nuovo da scoprire.

Da quel giorno proporre l’assaggio di un vino convenzionale a Patatone non avrebbe ottenuto altro se non la secca e sdegnosa (anche se pacatamente ironica) risposta “io bevo solo vini naturali”. Con tanto di sguardo vitreo nel finale a testimoniare fatalmente l’irrevocabile scelta di campo.

Così, quando il sempre mai abbastanza osannato AndreaBez, il più zen tra I produttori di aceto balsamico tradizionale, ci ha segnalato questa osteria con una carta piena zeppa di vini naturali non abbiam saputo resistere.

Attraversare il grande fiume appena trascorse le elezioni regionali significa anche fare I conti con realtà che, condivisibili o meno, non mancano di bruegeliano folklore.

Bortolino è un luogo raccolto, rustico, sincero. Ci si può adagiare tranquillamente mentre si esamina la carta spiattellata sulla lavagna semovibile. Si scorgon subito piatti tradizionali e risulta evidente una certa propensione per materie prime di qualità ed ingredienti di stagione.

Ma la grande soddisfazione è la carta dei vini, ricca di perle locali e non. Basta aprirla e, se riesci a resistere al fascino quasi irrinunciabile di ordinare bottiglie conosciute, amate e quasi irreperibili, può sorgerti il desiderio di farti consigliare. Perchè è chiaro che qui c’è qualcosa da imparare.

Allora ci lanciamo su un Picadè. Un vino, ovviamente, naturale (che poi sennò il Patata non beve). Un rosso Isola Dei Nuraghi i.g.t. che stupisce davvero per profondità e piacevolezza.

Si parte quindi con qualche salume ben selezionato accompagnato da golose polentine abbrustolite con lardo ed altre leccornie sopra disciolte.

Sui primi occorre un’indagine approfondita. I passatelli in brodo, da veri emiliani, sono uno dei nostri pallini. E qui tocca ammettere che seppur sconfinati in padania il piatto rimane eseguito con un certo criterio.

Non dirò mai di no ad una buona zuppa di ceci e verdure di stagione. Adoro la prepotenza dei ceci che riempion la bocca d’imperio ma piacevolmente. Vis grata puellae, si diceva un tempo. La fanciulla che è in me ringrazia. Il palato pure. Perchè non è comune oggigiorno reperire in carta zuppe ben preparate con ingredienti freschi.

Vi pare che due come noi possano sorvolare sulle lasagnette con sugo d’anatra? Piatto tradizionale, delicato e di gran lunga appagante.

Volete mettere alla prova una trattoria? Ordinate le tagliatelle. Sì perchè la tagliatella è un piatto complicatissimo, dal quale si possono comprendere molte cose. La tagliatella di Bortolino, in barba alle filippiche sulla sottigliezza della sfoglia, è spessa e genuina. Il ragù di salsiccia di vitella è sommamente goloso. Insomma l’insieme è proprio come te lo aspetti: ricco, prepotente, poco raffinato ma sincero e gustoso.

La tagliata è un piatto di per sé poco stimolante. Ci vuol la carne buona e una cottura giusta. Questa fa adeguatamente centro in entrambi i requisiti.

Borto Burger. Il titolo è meraviglioso e quantomai accattivante. L’Hamburger è buonissimo. E allora perchè non spingere la provocazione fino in fondo? A mio sommesso parere l’aggiunta di un panino ad hoc fatto in casa, una buona fetta di fontina (o simili) oltre a ketchup e maionese autoprodotte trasformerebbero una buona portata in un piatto imperdibile.

Dolci: finalmente una buona torta di mele che, oggigiorno, non è mica una roba da poco…

Poi come rinunciare ad ingurgitare quella genialata che si trova spesso nelle osterie mantovane? Unire il budino allo zabaione. Ci vuol anche un discreto coraggio perchè è difficile immaginare qualcosa di più calorico. Ma quanta soddisfazione, però!

Andate da Bortolino, ordinate un bel vino naturale e rilassatevi. Sarà un’esperienza di sicuro piacevole in una vera trattoria di campagna, una delle poche rimaste.

Il conto: abbiam speso 50 eurini tondi a cranio. Niente dettaglio però, perchè lo scontrino è perso chissà dove nella fiammante Renault di Patatone.

Osteria Da Bortolino
Via Al Ponte, 8
46019 Viadana (MN)
Tel 037582640

26 risposte a “Osteria da Bortolino – Viadana (MN)

  1. Mi sento sazio. Missione compiuta.

  2. Niente da dire, state prendendo il volo.

  3. Non si trattava di una Renault ma di una Dacia, ricordi male amico mio..

    Pat

  4. da bologna quanto ci vorrà?

  5. posto meraviglioso ,si mangia bene e si beve bene;domanda ma se non ordino un vino naturale sono di serie B?Perchè essendo cresciuto da Vittorio- Graziano- a forza di natura a me piace anche cambiare…scusate l’ironia ma in questo momento se produci vino e non sei naturale, o se non ordini vino Bio- dinamico -cvulico e affinato sotto le stelle dell’est…sei un po’ considerato nemico del pianeta:):) servirebbe un po’ di obbiettività . ciao e complimenti ancora,per foto e descrizioni.
    Ciao Gian Paolo

  6. Gran bell’approdo, di quelli genuini con un bonus per i vini naturali. I piatti sono da acquolina in bocca, da appassionato di trippe non me le sarei fatte sfuggire e il budino finale dev’essere stato super. Dalla foto invece qualche dubbio sulla torta di mele, a me piace la versione “50gr di farina solo mele”, qualle invece…
    Comunque un salto ce lo faccio sicuro.

    • La torta era buona. Poi onestamente non credo di aver mai provato la versione “50gr di farina solo mele”.

      Se fai un salto chiedi il permesso prima di fare foto. Pensa che noi non lo abbiamo nemmeno domandato stavolta!!!😉

      Aureliano

  7. @La Grande Abbuffata,
    ah beh ma allora è proprio un vizio il vostro🙂
    Con 50gr farina e solo mele intendo sai quelle torte di mele basse, quasi senza pasta e molte mele, noce di burro sopra con zucchero a fare la crosticina e una scorza di limone nell’impasto.
    Comunque no problem, quando vado mi faccio il budino

  8. @Massimo
    grazie per i complimenti,sei sempre troppo gentile.però ne devo mangiare ancora di crostini…ciao gp

  9. Boh io il permesso per le foto non l’ho mai chiesto a nessuno…
    posto davvero notevole, me lo sono appuntata, bella anche la foto con il menù sulla lavagna.
    Thanks

  10. Mi sono appuntato l’indirizzo anche io. Ho visto che hanno a menù la paleta di jamon iberico…appena sono in zona ci passo per diletto e per lavoro.
    grazie

  11. bell’indirizzo e bel piatto di passatelli (visto che tanto di primavera non c’è traccia)… non so voi, però lo stracotto d’asina non riesco a farmelo piacere…

  12. Scrivete in modo meraviglioso! Bravi ragazzi!

  13. ciao ragazzi complimeti per il blog, adoro le vostre recensioni che stanno accompagnando me e consorte alla scoperta di queste trattorie. colgo l’occasione per segnalarvi un osteria di cui probabilmente avete già sentito parlare ‘Osteria Vecchia’ di Giovanni Montanari (noto fondamentalista biologico) a Guiglia (MO).

  14. Pingback: osteria Da Bortolino – Viadana

  15. Interessante l’accattivante presentazione. Decisamente poco elegante l’insegna che reca ” La grande abbuffata”. Perche’ mai ci dovremmo abbuffare? Si assaggia, si degusta e, con merito, si apprezza. Null’altro.

  16. da Bortolino ho mangiato i migliori tortelli di zucca che a mente ricordi …. mi avete fatta venir voglia di tornare presto presto ….

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...