Locanda Mariella – Fragnolo di Calestano (PR)

pranzo di martedì 2 Giugno,

IMG_2494

Nel turbinìo di seccature, imprevisti e gravosi impegni cui questa misteriosa esistenza meticolosamente ci abitua, accade talvolta che ci si trovi dinnanzi a una giornata intera di festa addirittura nazionale per la quale non avevamo programmato proprio nulla. Ci si desta così al mattino dapprima sollevati per l’improvvisa mancanza di incombenti e, un minuto dopo, decisamente seccati dall’horror vacui di una giornata assolata che proprio non sappiamo come maneggiare.


IMG_2412


Accade però, seppur raramente, che in questi momenti di bisogno ritornino alla mente schiere di dorate giunchiglie. In quel caso è ora di scrivere poesie memorabili o smetterla una volta per tutte con i torbati alle 5 di mattina.
Può accadere altre volte, seppure ancor più raramente, che ritornino alla mente consigli mangerecci uditi chissa dove e chissà quando che, immersi come siamo nelle sabbie mobili del tedio, possono sembrare comode liane alle quali senz’altro appiggliarsi, con buona dose di fede. E sì perchè in fatto di trattorie sperdute chiunque di noi, son pronto a scommetterci, può citare una pletora infinita di dritte rivelatesi a dir poco nefaste.


IMG_2427


Uno dei più grandi misteri dell’uomo è come sia possibile che chiunque a questo mondo sia sempre pronto ad indicarci, con occhio scintillante ed entusiastico incremento salivale alla Pavlov’s, un posticino incagnato (o se preferite in culo ai lupi o, per I reggiani, a “Cad’ Dio manca un pass”) dove, 0h, lì si che si mangia genuino. Ci sono sempre, in questi luoghi, una immancabile strada tutta curve lungha centinaia di chilometri (per percorrerne mediamente meno di uno in linea d’aria) e una vecchietta che, Oh, quella lì tira anche 80 uova di sfoglia mica va al supermarket. Che poi magari dietro c’è la coop, la pasta è industriale e la panna regna sovrana.


IMG_2532


Perchè diciamolo, noi mangiatori scafati di questi consigli ce ne freghiamo alla grande. Però con stile, perchè abbiamo imparato tutta una serie di pose, finte risatine di approvazione ed occhiate di intesa congegnate al solo scopo di compiacere all’uopo la nostra occasionale fonte di dritte che, intanto, ci scivolano addosso neanche fossero I preziosi consigli del medico.


IMG_2433


Ma questa dritta sulla Locanda Mariella invece no, ronzava in testa da giorni, discreta come un agente del Mossad, e lavorava lavorava…
Insomma, questa storia della cantina immensa a ricarichi ridicoli sapeva ovviamente di iperbolico ma, chiamando, un tavolo libero si era pure trovato e le alternative erano quel che erano.
Per farla breve dopo qualche ora mi ritrovo a guidare su una strada piena di tornanti che sembra infinita (che poi in linea d’aria avrò fatto sì e no 20 metri) con il solito giovane Patatone al fianco che vuole fermarsi ogni 4 minuti, manco fosse un ultranovantenne momentaneamente sprovvisto di catetere, per scattare gioiose fotografie del panorama, che sai che bel post che ci viene.


IMG_2523


Insomma a Fragnolo di Calestano non si arriva mai, ma quando si scende dall’auto la locanda, con quell’aria così retrò e tutte quelle moto parcheggiate fuori, fa proprio l’effetto di uno di quesi posticini senza infamia e con qualche lode in cui magari non si mangia neanche male.


IMG_2520


Uno sguardo all’interno e già incomincia a prendere corpo l’idea che ci si possa essere imbattuti in un luogo interessante. C’è una saletta sulla sinistra davvero deliziosa, e già sui tavoli si scorgono bicchieri che lasciano ben sperare.


IMG_2516


Il menu è composto da piatti decisamente invitanti nei quali si nota a più riprese una encomiabile attenzione per la materia prima. La soddisfazione cresce.


IMG_2440IMG_2437


Ma il vero kappaò, il bacio di eterno amore capace di legare indissolubilmente ogni (aspirante) gourmet alla locanda, è la carta dei vini. Subito ne viene portato un piccolo estratto ricchissimo di scelte intelligenti e cantine importanti. Insomma basterebbe questo per farci contenti.Ma il barbuto cameriere (probabilmente comproprietario, figlio, marito-amante… non so) con aria di sfida e leggero ammiccamento annuncia che, volendo, è possibile anche consultare la VERA carta. Ovviamente noi la VOGLIAMO la VERA carta, chè l’estratto ci fa un baffo a noi sublimi intenditori.


IMG_2438IMG_2446IMG_2443


Ed eccoci accontentati. Una ventiquattrore piena di raccoglitori. Un elenco infinito degno di un bistellato con ricarichi talmente onesti che si fatica a stare seri. Sarà uno scherzo, ma intanto prima che si rompa l’incantesimo e ci dicano che è tutto un equivoco ordiniamo un Barolo di Giacomo Borgogno, annata 2001 (vigneto in zona “Liste”), a 49,00 euro (a comprarlo su ebay si spende di più, in enoteca non ne parliamo). E finchè ci siamo chiediamo al nostro barbuto anfitrione, che di certo la sa lunga, come ciò sia possibile. “E’ che ci accontentiamo” risponde vago.


IMG_2449IMG_2445IMG_2452


Ci compiaciamo dunque vistosamente della nostra scelta e, mentre rimuginiamo sulla – una volta tanto – straordinaria veridicità delle dicerie riguardo alla locanda, ci avventiamo sul parmigiano e sulla focaccia all’olio.

Iniziamo pure con un po’ di culaccia, prosciutto stagionato trenta mesi e mortadella (una aggiunta obbligata fidatevi. Sarà quella di Pasquini?).


IMG_2457IMG_2458IMG_2464


La tagliatella di farina di riso con radicchio rosso e balsamico è davvero una piacevole scoperta. La consistenza della pasta è particolare ma decisamente appagante e I sapori, seppur decisi, conservano una buona dose di equilibrio.


IMG_2465IMG_2468


Le lasagne con ragù di fassona piemontese sono come te lo aspetti. Corrette nell’esecuzione e con quella marcia in più data dall’ottima materia prima che veramente innalza a livelli superiori il sapore del ragù, che irrompe in bocca balzando sulle note volutamente delicate degli altri ingredienti.


IMG_2494IMG_2489


La battuta di fassona al coltello, sempre un bello spettacolo, è la semplice, impagabile esltazione di una buona materia prima.


IMG_2485IMG_2481


Il petto di faraona con tartufo estivo e crema di patate, pur correttissimo ed appagante, mi è parso un tono sotto al resto. Del tartufo, vista la stagione, ben poco mi interessava. Era lecito però attendersi dalla faraona un sapore più deciso, sapido ed accattivante. Non fraintendetemi però. Il piatto è comunque di buona godibilità.


IMG_2502IMG_2495IMG_2497


Con i dolci la proposta è tutto fuorchè scontata. L’etoile Banyuls gran cru annata 1989 (Patatone forse non era ancora nato) è di certo interessante anche se forse non proprio nelle mie corde. Si abbina piuttosto bene con le varie torte, tutte fragranti e ben eseguite.


IMG_2510IMG_2507


Il dolce di ricotta e salsa di fragola è proprio come ve lo immaginate. Fresco e appagante, semplice ma piacevolissimo. Non sarà certo un accostamento ardito ma ne mangerei a secchiate.


IMG_2422


Il conto: 2 coperti 3€, 2 antipasti 16€, 2 primi 16€, 2 secondi 20€, 2 dessert 10€, totale cibo 65€ in 2. 1 barolo 49 €, 2 vini dolci 9€, 1 acqua 2€,2 caffè 2€, 2 distillati 8€. Conto finale: 135€


IMG_2527


E sulla splendida foto del villico in goppa al trattore il tragico epilogo della giornata. Anche alla Mariella, come tradizione vuole, non manca una simpatica vecchina che non so proprio dirvi se faccia 80 uova di sfoglia. Con precisione posso però raccontarvi che ignora completamente l’utilizzo del POS. Cosa accade dunque se non avete contanti e se quelli che paiono i suoi figli si sono disgraziatamente recati ad un funerale?
L’unica soluzione plausibile sarà lasciare Patatone in ostaggio e farvi 10 chilometri in cerca di un bancomat.
Vi garantisco che nel lungo tragitto penserete più e più volte di lasciarlo in ostaggio alla vecchina quel Patatone (che così forse imparerebbe tutti i segreti della sfoglia), e di fuggire via sghignazzando. Purtroppo per ragioni ancora da chiarire non lo farete.

Aureliano

P.S. Se per caso non vi foste ancora stufati della mia verve ironica, sbirciate l’archivio dei nostri racconti.

Locanda Mariella

Fragnolo di Calestano (Parma)
telefono 0525 52102
chiuso lunedì e martedì

16 risposte a “Locanda Mariella – Fragnolo di Calestano (PR)

  1. Dai Massimo l’attesa è stata ripagata, questo racconto è uno spasso🙂

    Pat

  2. Il posto e’ meraviglioso e ad agosto sara’ sicuramente una visita sicura per la mia banda. Le foto come al solito sono degne della Contrasto.Vi consiglio caldamente la prossima volta di farvi consigliare solamente nettare dei cugini d’ Oltralpe. Il racconto e’ bellissimo, e’ rimasto concentratissimo tutto il pranzo, questa volta non c’era gnocca adatta .:-) Ciao Massimo

  3. Contessa Serbelloni

    La Contessa è desiderosa di conoscere la simpatica penna ideatrice di questi racconti dalla prosa picaresca.
    Le piace immaginare una situazione cervantiana dove el ingenioso hidalgo don Aureliano de la Mancha e il suo prode scudiero Pataton girano l’Europa quai novelli Erasmo e come lui tracciano, col loro peregrinare, la mappa delle più piacevoli località culinarie…
    Elogio alla leccornia?😉

    Ps. un riconoscimento anche all’autore delle foto che han rimembrato sereni ricordi d’infanzia alla Contessa.

  4. Complimenti Aureliano!!!!!! Rece molto bella e foto come al solito sono “STUPENDE”.Il posto lo conosco bene essendoci stato diverse volte ma la Tua rece mi fatto rivenire la voglia di andarci al più presto. Forse ci andrò con il ns. comune amico “MASSIMO.
    Solo per inforazione “il barbuto” é il proprietario e possiede anche una bella enoteca in quel di Parma. Vi consiglio di andarci anche in autunno con cibi estremamente diversi e il tartufo che fà da padrone.
    Ciao Dommie

  5. Contessa Serbelloni

    Dommie, potresti specificare il nome dell’enoteca?

    Grazie😉

    Contessa

  6. Contessa, ho chiesto un paio di volte al ns. “barbuto” ma è stato molto evasivo……
    e non ho capito il perchè , inoltre ho chiesto di vendermi del vino e anche in questo frangente ha scantonato. Forse non le sono simpatico!!!!!
    Aspetto, come da promessa una Tua rece.
    Dommie

  7. Enoteca da Guido dovrebbe essere, a Parma, vini e HI-FI da 20mila euro a microfono, non scherzo, e’ il marito di Mariella.Ciao Massimo

  8. Basta che chiami Giancarlo dei Due Platani e sarai soddisfatto. Ciao

  9. Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
    Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

    Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
    Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
    farsi conoscere.

    Per effettuare l’iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
    http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
    http://it.petitchef.com e cliccare su “Inserisci il tuo blog – sito”
    nella barra in alto.

    Ti inviamo i nostri migliori saluti

    Vincent
    Petitchef.com

  10. bellissimissimo post, e quel posto è una mecca!😀

  11. Adriano bertolotti

    Molto bello see u this summer bacione a tutti

  12. This incredible restaurant is a staple for the cuisine of Parma. The food is beyond anything you will find in a regular italian restaurant yet the price is on target with the superior quality they serve! Only the finest quality ingredients are used and when the food reaches the palate….nothing less than extrodinary!! The food is delicately prepared by Chef Maurizio and the pasta is hand made by Maura. Virginio is the head cook, who has owned and operated “Locanda Mariella” for over 46 yrs!! Their extensive wine cellar has been voted consistently as Italy’s #1 Cantina in all of Italy for several years in a row and it’s wines are selected by Mariella Gennari. Mariella is Virginio’s daughter and she carefully selects the wines and champagnes pairing them with the delicious food the customer orders. Guido is Mariella’s husband whom not only works in their Parma store, Hi-fi a Tavola, also works at the restaurant along side Mariella’s mother, Adriana, who watches the front of the house and is in charge of making delicious espresso and cappucino!! With a family like that and the food of Emila Romana, there is nothing better than Locanda Mariellla! Come and enjoy!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...