Trattoria Amerigo dal 1934 – Savigno (BO)

pranzo di domenica 19 Aprile 2009,

img_17891

In un periodo di stupide e prolungate polemiche in tv, noi proseguiamo il nostro percorso alla ricerca di qualità e pienezza del gusto.

I colli bolognesi non ci riservano tempo mite, l’instancabile tambureggiare della pioggia ci accompagna dalla partenza fino alla porta di Amerigo.

I programmi della mattinata sono inevitabilmente compromessi e così mi godo il viaggio, lento e placidamente pieno di cazzate, con qualche sosta per fotografare le colline contornate dal cielo plumbeo.



img_1780img_1776img_1779


Savigno è un paesino dell’alta valle del Samoggia, che dista una trentina di chilometri dal capoluogo emiliano, noto ai più fini conoscitori della storia per i moti del 1843, mentre per noi ghiottoni ignoranti rileva che si fregi del titolo di Città del tartufo con relativa manifestazione nelle prime tre domeniche di Novembre.

Nella strada principale del paese si trova questa storica trattoria, con il tempo diventata anche dispensa e locanda, premiata con i tre gamberi ed addirittura con la stella Michelin.


img_1782img_1788


Già da fuori non puoi che pensare che questo pranzo sarà un tuffo nel passato, l’accesso avviene dall’annessa dispensa di cui vi parlerò più avanti, al piano terra vi è il bancone e qualche tavolo.. noi veniamo accompagnati al piano superiore dove vi sono due salette non molto ampie con tavoli poco distanziati come si addice ad una trattoria. Dal menù, molto curato e ricco di informazioni, ho tratto queste righe che descrivono perfettamente la cucina e la filosofia di Amerigo: “Questa carta è il frutto dell’esperienza di oltre 70 anni di lavoro della nostra famiglia. Base fondamentale della nostra proposta è, da sempre,  la ricerca della massima qualità nella materia prima locale e l’utilizzo di essa nei piatti della tradizione più rigorosa. Nel corso degli anni abbiamo sviluppato piatti più innovativi, quasi sempre semplici, talvolta composti da soli due o tre ingredienti, dove potrete cogliere quel sottile equilibrio, tra rusticità ed eleganza, che è l’anima stessa della campagna; punto di partenza e vera essenza delle nostre radici culturali e gastronomiche. Cuciniamo cercando di rispettare i sapori ed il gusto originario e naturale delle materie prime, da riscoprire o reinventare in nuove “vecchie ricette”.”


img_1796img_18701


Giunti in cima alla scala scegliamo la sala di destra, che con nostro immenso stupore è stata completamente (anche se il lavoro non è ancora terminato) affrescata, da un’artista trasferitosi a Savigno, sul tema del sottobosco, un omaggio al luogo che fornisce le materie prime più usate nella cucina del locale. A tal proposito vi sottopongo un ripassino sulla stagionalità di funghi e tartufi. Come spesso ci accade siamo i primi in sala, ma ben presto essa si riempirà di gruppi numerosi e famiglie, una perfetta domenica di festa in un paese di campagna!

Mentre scegliamo dalla carta le nostre pietanze ci viene servito un calice di pignoletto frizzante Cinti accompagnato da delle polpettine di carne.


img_18003


Per stuzzicare il nostro appetito (notoriamente scarso) ordiniamo un ricco antipasto: ” I nostri salumi di mora brada con sottolio e tigelle” composto da gola, coppa di testa, prosciutto crudo, salame, carciofi, cipolline, peperoni e carote.


img_1809img_18121



Una menzione speciale la riserverei alla gola, vorrei riuscire a trasmettervi quella sensazione di grasso che ci scioglie piano piano nel palato.. che goduria! (purtroppo a voi è rimasta solo la foto!) Insieme ai salumi, tutti autoprodotti, vengono servite delle tigelline calde di farina semintegrale.


img_1820img_1816img_1818img_1819


Non penserete che si sia rinunciato ad irrorare questi cibi di prezioso nettare? Pinot nero Villa Nigra 2005 Cornell Colterenzio. La selezione dei vini di Amerigo, sempre maestosa riguardo alle etichette locali e regionali(a cui è riservata una apposita carta) mi è parsa in calo riguardo al numero di referenze nazionali, da lodare invece la possibilità di portare le proprie bottiglie, da stappare senza diritto di tappo! (si chiama PTV, porta il tuo vino)


img_1803


Da Amerigo è doveroso ordinare un piatto con i funghi: per me cordonetti al verde di malva con le spugnole. Certamente prive della potenza gustativa di un porcino, risultano delicate e gradevoli.


img_1827img_1824img_1828




Tortelli con crema di parmigiano al prosciutto di mora, ordinati da Aureliano, notoriamente avvezzo all’ordinazione di tortelli o caplet. Veramente saporiti, avvolgenti, come sempre il mio compare ha scelto benissimo..


img_1837img_1832img_1833




Controfiletto tiepido al coltello e grassagallina con tartufo scorzone ed olio extra-vergine di oliva di Romagna. Una carne veramente superlativa, tenera e cotta alla perfezione. Peccato che per le carni bovine non venga indicata la razza, immagino sia anche questa di provenienza locale.



img_1842img_1845




Il nostro maialino brado di razza mora in cotture differenziate con tortino di cipollotto gratinato. Partendo da quest’ultimo abbiamo, braciolina senza ossa ed il suo fegatino, prosciutto e spalla cotte al forno, rotolino di interiora. Altra testimonianza di capacità di selezionare e rispettare la materia prima.



img_1862img_1857img_1858




Gelato di crema “d’altri tempi”, per gli amanti del genere questo è ormai un mito, golosità allo stato puro, al palato si avverte nettamente la grande quantità di tuorli d’uovo utilizzati. Chapeau!



img_1878



Zuppa inglese, questa dovete scusarmi ma non l’ho sentita, ero indaffarato a godermi il mio gelato.



img_1890img_18911


Con il caffè, composto da sette “cru” selezionati da Michele Guizzardi, vengono serviti questi semplici spumini.




img_1901



Al termine del pasto è doveroso un passaggio alla dispensa dove potrete trovare sughi, sottoli, aceto balsamico ed altre leccornie. I nostri complimenti più sentiti ad Alberto Bettini per aver portato avanti questa autentica trattoria del territorio, ma con una passione e una ricerca della materia prima da ristorante di alto livello. Una formula di qualità ad un prezzo accessibile ed il locale pieno di famiglie del luogo, benvenuti nella trattoria stellata! (forse un unicum.. ne conoscete altre?)

Il conto: 1 primo 17 euro, 1 secondo 22€, 1 menù degustazione 39€, 1 bottiglia di Villa Nigra 29€, 1 vino da fine pasto 3€, 1 caffè 2€, 1 acqua 2€. Totale 114€ in due.

Se avete gradito questo racconto vi invito a visitare il nostro archivio e la nuova welcome letter del blog.


img_1904img_1906


Sul sito di Amerigo, che vi invito a visitare perchè è veramente curato e ricco di contenuti, ho trovato questa:

Da quand strèl e lónna e i pianeta tótt intàuren

ién lé in vatta, chi à mai vést quèl d’pió

spzièl ed pió amâbel dal vén ban

só ‘sta tèra puvràtta?

L’è par quast che mé av dmand:

“Chi vand vén par destén côs’al

prêl cumprèr mai mej ed quall c’ai fa

vander al sô amstîr birichén?”

Da quando le stelle la luna e i pianeti

stanno lì per aria, chi ha mai visto qualcosa

di più bello di più speciale del vino buono

su questa terra?

E’ per questo che io vi domando:

“Ma a chi in sorte è toccato di vendere vino cosa

potrà mai comperare di migliore di ciò che gli fa vendere il suo mestiere sbarazzino?”

da: IUSVEIDKAIÀM

(GLI ARNESI DI KHAYYÂM)

Traduzione – ispirazione liberamente tratta dal

ROBÂIYYÂT (quartine) di OMAR KHAYYÂM.

Stefano Delfiore

Bologna, luglio 1995


img_19111


Amerigo dal 1934

Trattoria Dispensa e Locanda di Design

via Marconi 16,

40060 Savigno (BO)

tel. 051.6708326

http://www.amerigo1934.it/

6 risposte a “Trattoria Amerigo dal 1934 – Savigno (BO)

  1. Ci sono stato una settimana dopo (il 26/4 per essere precisi), giusto il giorno dopo essere stato alla Francescana… sopratutto per dimostrare a me stesso quanto sia inutile il “muro contro muro” dell’innovazione contro la tradizione. A parte i salumi io ho seguito poi un percorso piu’ classico (tagliatelle al ragu’ e tortellini in brodo), e direi proprio che siamo di fronte ad una delle migliori espressioni della territorialità dei colli bolognesi. Da provare anche il gelato di panna con Aceto Balsamico (goduria pura). Commento finale: perché perdere tempo a capire se é meglio la cucina tradizionale o quella d’avanguardia quando si possono avere entrambe?😉

  2. Bello!!!!…. e bravo il nostro patatone. Ottimo reportage e indirizzo da tenere in considerazione. Le foto sono di ottima qualità come raramente capita di vedere nei reportage. Complimenti. Continua così tu che puoi girare e….riempirti la paparanza.
    LAMAX61°

  3. Scusate per il ritardo nel rispondere ai vostri commenti ma ero impegnato in una gita a Denia di cui leggerete presto…🙂

    @ Buauro: concordo, polemica inutile, concentriamoci nel raccontare i posti di qualità, quelli in cui i nostri denari sono spesi bene.

    @lamax61°

    Non mi sono firmato ma credo che ormai i due stili siano perfettamente riconoscibili.

    Grazie dei complimenti.

    Pat

  4. ottimo, tornateci però quando c’è il tartufo.. ne vale la pena😉

  5. ho scelto casualmente Savigno come meta per un fine settimana con mio marito a novembre scorso in occasione della sagra del tartufo . E’ stata un’esperienza deliziosa che ripeteremo senz’altro grazie proprio alla locanda di Amerigo , la cucina ottima e la grande gentilezza e professionalità . Questo pasino sconosciuto diventerà la meta annuale delle nostre scorribande ! Come poter rinunciare all’uovo al tartufo bianco e alla passeggiata nei colli !

  6. qualità prerzzo non classificato.
    Abbiamo mangiato discretamente ma non all’altezza di una trattoria alla quqlq si vuole contradistinguere x qualità e prezzo , se dovessi dare un voto da 1 a 10 le darei un bel 6.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...