Ristorante Zur Rose – San Michele Appiano (BZ)

pranzo del 13-09-2008,

L’uggiosa giornata intorno a noi, le distese interminabili di meli e vitigni, la conversazione finale con con uno chef colto e coraggioso, sono le tre immagini che mi sovvengono allorchè ritorno con la mente al sabato appena trascorso nella strada del vino altoatesina. 

Lasciata l’A22 ci si ritrova immersi in un indimenticabile dono della natura, frutteti a perdita d’occhio, uno spettacolo che ci rimette di buon umore dopo un viaggio travagliato.

Vista di un celebre castello...

Vista di un celebre castello...

 

Percorrendo la weinstrasse da sud verso Bolzano, dopo aver attraversato deliziosi borghi si giunge, con una piccola deviazione, nel centro di Appiano dove all’inizio di una strada assai stretta si affaccia questo tempio della cucina. Da 23 anni alla guida di questo stellato il presidente onorario dello Jre Hebert Hintner affiancato dalla moglie Margot Rabensteiner che dirige la sala. 

 


Le condizioni meteo avverse non ci hanno permesso di usufruire della accogliente distesa estiva che si affaccia sulla strada.

Lo stile interno del locale è lontano anni luce dal minimalismo che oggi domina alcuni blasonati ristoranti, qui troverete panche in legno ricoperte da tessuti damascati all’insegna della tradizione e del gusto del luogo. 

Una struttura di legno ricopre le pareti, sembra di essere in una stube, i tavoli sono apparecchiati in modo sobrio ed elegante. 

A causa di un lungo peregrinare per cantine e alla conoscenza millimetrica dell’Alto Adige del nostro Aureliano siamo arrivati a pranzo alle 13.30, costringendo servizio e chef a rimanere nel locale solo per noi fino alle 16.30. Ho gradito in modo particolare che i titolari abbiano aspettato la fine del nostro pasto per scambiare impressioni e discutere molto apertamente, forse penserete che sia scontato ma in altri stellati anche più rinomati a volte questo non accade…

Davanti alla carta l’incertezza tra la degustazione da 4 (60€) e la più ricca da 6 (75€) è stata facilmente risolta optando per un assaggio più ampio, tuttavia con il senno di poi suggerisco a chi ci seguirà di limitarsi a 4, infatti le portate come vedrete dalle foto non sono per nulla assaggi ma piatti abbondanti da veri gourmand. Ho segnalato al disponibilissimo chef questa cosa e la laconica risposta è stata “La gente qui vuole mangiare”… essenziale!

varie tipologie di pane e grissini

varie tipologie di pane e grissini

Pur nella sua semplicità e nitidezza di sapori la cucina dello Zur Rose richiede lo sforzo di giudicare sapori e accostamenti lontani dalla tradizione mediterranea e molto più in linea con un gusto mitteleuropeo. Lo stesso Hintner alla fine del pasto ci ha confidato che segue una sua strada, una sua idea di cucina ben lontana dalla cucina molecolare e dall’appiattimento verso alcune materie prime nobili (foie gras, crostacei, caviale). Personalmente ammiro molto questa filosofia di cucina, fatta di piatti in cui i sapori sono chiaramente riconoscibili, citando testualmente il sito internet: “A Hintner non piacciono i cuochi che lavorano un prodotto fino a stravolgerlo”.

Benvenuto della cucina

Benvenuto della cucina

La prima portata, “variazione di testina di vitello con gelato alla senape”, esprime tutto l’amore per questa materia prima del patron, si tratta di 3 diverse preparazioni, la prima fritta abbinata al rafano, le altre due rispettivamente con patate lesse e pomodoro fresco a cubetti. Ho trovato gustosissimo l’abbinamento con la freschezza del pomodoro mentre il fritto e il rafano fanno parte di quei sapori fortemente mitteleuropei che non sono nelle mie corde. Abbinamento con un calice di Pinot Bianco Vorberg riserva 2005 della cantina produttori Terlano.

segue il piatto che è valso il viaggio più di ogni altro: “zuppa schultzkrapfen ”

Gli schultzkrapfen sono dei ravioli tipici altoatesini ripieni di ricotta e spinaci, nel nostro caso immersi in una gustosissima zuppa. Ad accompagnare i primi piatti il Sauvignon Mantele 2007 della cantina Nalles e Magrè.

Crespelle di porri e ricotta con composta di pomodori

Crespelle di porri e ricotta con composta di pomodori

Quando mi capita di scrivere una recensione cerco sempre di parlare dei piatti che più mi hanno colpito glissando su altri più anonimi, ma il merluzzo servitoci con fagiolini e salsa di senape è stato una delusione talmente cocente che non posso soprassedere. Comprendo a pieno che per raggiungere certi livelli sia necessario affiancare al menù di terra alcune portate di mare ma di certo i punti di forza della cucina di Hintner sono altri! Peccato perchè questo stopposo pesce mi ha un po’ rovinato il pranzo…(abbinamento con Were dreams, now it’s just wine 1999 di Jermann)

Dopo la sbandata, “coscia di cervo in vino rosso, insalata belga rosolata, purea di mele e rosmarino”

Tenerissima, cotta alla perfezione abbinata ad un Lagrein 2007 di Ansitz Waldgries.

A chiudere “pesca stufata con gelato di vaniglia e gelatina di fior di sambuco” abbinata ad un passito Anthos 2005 cantina Erste and Neue.

Una visita non è mai sufficiente a comprendere la cucina e lo stile di uno chef e mai come questa volta ho la sensazione di non aver provato il meglio di questa storica casa; rimasti colpiti dalla brillante conversazione con Hintner ci siamo persuasi a dargli un’altra possibilità appena torneremo in Alto Adige.

selezione di distillati

selezione di distillati

Prezzi: 2 coperti 6€ euro, 2 bottiglie di acqua minerale 6,20€, 2 caffè 4€, 2 menù degustazione 150€, 2 accompagnamenti al calice 72€, totale 238,20€.

Al termine della visita Aureliano mi ha costretto a svaligiare il wine shop della cantina Tramin, per fortuna la vendita di Nussbaumer è limitata🙂

PAGELLONE DI PATATONE: la cucina ha alternato alti e bassi, da riprovare. 

Menù: http://www.zur-rose.com/ZurRose.asp?PG=5&LAN=IT

Cantina: http://www.zur-rose.com/vini.asp?PG=6&LAN=IT

Ristorante Zur Rose
Josef Innerhoferstraße 2
39057 San Michele – Appiano (BZ)
Tel. +39 0471 662249
http://www.zur-rose.com/

Visualizza ubicazione del ristorante sulla mappa

Sono graditi commenti ed impressioni sia qui che alla mail della lagrandeabbuffata

Se ti è piaciuto questo racconto, leggine altri nel nostro archivio.

Patatone

9 risposte a “Ristorante Zur Rose – San Michele Appiano (BZ)

  1. Dovrei avere risolto un paio di problemi di visualizzazione su Windows (internet explorer/mozilla firefox) come la cornice blu intorno alle immagini e le scritte accentrate all’interno dei post. Se avete altri problemi da segnalare ve ne sarei grato.
    Pataone

  2. Ci tengo a precisare che le foto che mi ritraggono fanno un po’ schifo. In realtà io sono molto più bello e ho i rasta. E adesso ho anche una preziosa scorta di Nussbaumer.

  3. Bella ed interesante recensione come le altre del resto.
    Il merluzzo doveva proprio essere non buono…Mia nonna che ha avuto un ristorante fino al 1990 diceva che ” al mer i fan al pess, in muntagna as magna la cherna”. Lei faceva solo il Baccala…. Su su ragazzuoli i Vini? Were Dreams? Vorberg? Dai raccontatemi qualcosa. Anche in pvt
    Ciao Massimo

  4. Interessante, ci voglio andare la più presto. Li sto provando tutti in zona Alto Adige (poco per volta).

  5. Se ami questo tipo di cucina è certamente da provare…Il consiglio principale è di scegliere alla carta… Grazie Daniela…

  6. Grazie, come ho fatto al St. Hubertus a San Cassiano che vi consiglio.

    L’avevo anche scritto nella mia recensione mi pare.

  7. Abbiamo avuto qualche difficoltà nelle fotografie a causa dell’angolo abbastanza buio in cui ci avevano sistemato….Credo che comunque rendano l’idea….Per Massimo: ti rispondo per mail…

  8. Ci andrò a maggio: perché consigli di scegliere alla carta? Mi è sembrato di capire che ci sono due menu degustazioni…
    grazie giulia

  9. Ciao Giulia, benvenuta sul nostro blog,

    ho consigliato di scegliere alla carta o in alternativa il menù degustazione da 4 portate perchè quello da noi scelto (6) è risultato eccessivo come quantità (vista anche la cucina chiaramente non leggerissima), non so se le immagini siano chiare ma le porzioni erano generosissime. Siamo due bimbi di 1.90 e come puoi desumere da altri racconti l’appetito non ci manca..

    Pat

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...